NEWS

TUTTE LE NEWS

20 Novembre 2020

Condividi:

La casa al centro di tutto nel futuro delle città

Produzioni nel centro della città, robot che puliscono le strade, impianti di produzione di energia delocalizzati. La pandemia ha accelerato i processi di digitalizzazione, ma ha anche spinto alla riscoperta del valore degli spazi in un’ottica di rinnovamento dei centri urbani.

“Siamo di fronte a un cambiamento epocale – dice Vincenzo Ranieri, amministratore delegato di E-Distribuzione – con rivolti politici, economici e sociali: la trasformazione verso la città intelligente che si declina in maggiore efficienza energetica e sostenibilità ambientale”.

L’urbanizzazione, secondo il rettore del politecnico di Milano Ferruccio Resta, crescerà ancora: “con la pandemia abbiamo scoperto l’importanza di essere vicini. Le città cercheranno di intercettare i nuovi comportamenti e le nuove esigenze”.

Per esempio la produzione nei centri urbani. Ne è un convinto sostenitore l’architetto Italo Rota: “il Covid-19 è stato un acceleratore dei processi, come la robotica, lo smatworking. Tutta questa innovazione porterà disoccupazione, ma anche nuovi posti di lavoro. Certo, l’architettura non può risolvere i problemi, ma essere il contenitore dove questi fatti avvengono. Gli uomini hanno riscoperto il valore dello spazio, la qualità degli oggetti che ci circondano, saranno cittadini più esigenti, mentre le case diventeranno un concentrato di attività”.

L’emergenza sanitaria ci ha reso più consapevoli della necessità delle infrastrutture e quelle del sistema elettrico nel suo complesso giocano un ruolo fondamentale: “abbiamo fatto investimenti sulle infrastrutture perché le case saranno sempre più domotiche e i consumi sostenibili. Nelle città intelligenti i servizi devono essere a misura di cittadino e noi per questo abbiamo messo in campo l’Open Meter, il contatore digitale di nuova generazione. Ma abbiamo anche l’ambizione che le infrastrutture facciano parte dell’arredo urbano e per questo abbiamo chiamato giovani architetti per la realizzazione di due progetti in questo senso, uno a Matera e uno a Genova”.

Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Nella Firenze di Lorenzo de' Medici, il "magnifico" signore di una città in pieno fermento. Fra gli splendori di una corte colta e raffinatissima, le opere dei migliori artisti del Rinascimento e le manovre politiche che ridisegnarono i rapporti di potere nell'Italia di allora. 

ABBONATI A 29,90€

Satelliti di ultima generazione, megacomputer, sensori, previsioni del tempo più “lunghe”. Siamo entrati nel centro meteo più grande di Europa per scoprire come la meteorologia vuole darci previsioni più accurate e a lungo termine e come può anticipare gli eventi estremi sempre più frequenti.

 
ABBONATI A 29,90€

La pizza è una droga? Sì, dicono gli scienziati. Però di quelle che fanno un gran bene all'anima e al buon umore, per cui non è il caso di rinunciarci. E poi: cosa succede se si pesta un toporagno? Niente, ma è interessante scoprire perché. E ancora, per rasserenare i più ansiosi: ci si può assicurare contro i rapimenti alieni? (la risposta è sì). Queste e tante altre risposte scientifiche curiose e divertenti sul nuovo numero di Focus D&R.

ABBONATI A 14,90€