NEWS

TUTTE LE NEWS

20 Novembre 2020

Condividi:

L’Intelligenza artificale, un alleato per salvare la Terra

L’Intelligenza artificiale può essere utilizzata per salvare la Terra. Ne sono convinti da tempo in Ibm: nel laboratorio di Zurigo si lavora ad un progetto che va proprio in questa direzione.
La sostenibilità dei nostri modelli di sviluppo, sottolineano i ricercatori di Ibm al Focus Live, ha urgente bisogno di fare leva sul pensiero scientifico e sull’innovazione. In altri termini, dobbiamo accelerare la scoperta e l’adozione di materiali con proprietà specifiche per poter produrre in modo più efficiente beni e servizi di ogni tipo.
Spiega Teodoro Laino, Distinguished Research Scientist, che nei prossimi 5 anni la tecnologia cambierà la nostra vita in cinque modi:
“svilupperemo materiali in grado di assorbire la co2 dell’atmosfera per convertirla in materiali di largo consumo; materiali per il sostentamento della popolazione sul pianeta terra grazie a nuovi metodi per la produzione di fertilizzante con minore impatto ambientale; nuovi materiali per la costruzione di batterie più sicure; nuove tecnologie per una produzione dei beni di consumo più sostenibile e si faciliterà lo sviluppo di cure per nuove patologie grazie al riposizionamento di farmaci già approvati”.
Ma c’è di più. Nel laboratorio di Zurigo si sta lavorando al progetto robotRXN. “Si tratta di un laboratorio accessibile da remoto – rivela Matteo Manica, Cognitive Health Care Life Science Researcher – Combina intelligenza artificiale, robotica e cloud. Per arrivare ad un prodotto finito ci sono molti passaggi, processi complessi. Ecco, questo progetto punta ad accelerare il metodo. Abbiamo collezionato articoli, brevetti, libri di testo e abbiamo usato le informazioni per permettere al robot di agire collegandoci da qualsiasi parte del mondo. Possiamo usare questa tecnologia per salvare la terra. E abbiamo ottimizzato soltanto l’inizio del processo”.

Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Nella Firenze di Lorenzo de' Medici, il "magnifico" signore di una città in pieno fermento. Fra gli splendori di una corte colta e raffinatissima, le opere dei migliori artisti del Rinascimento e le manovre politiche che ridisegnarono i rapporti di potere nell'Italia di allora. 

ABBONATI A 29,90€

Satelliti di ultima generazione, megacomputer, sensori, previsioni del tempo più “lunghe”. Siamo entrati nel centro meteo più grande di Europa per scoprire come la meteorologia vuole darci previsioni più accurate e a lungo termine e come può anticipare gli eventi estremi sempre più frequenti.

 
ABBONATI A 29,90€

La pizza è una droga? Sì, dicono gli scienziati. Però di quelle che fanno un gran bene all'anima e al buon umore, per cui non è il caso di rinunciarci. E poi: cosa succede se si pesta un toporagno? Niente, ma è interessante scoprire perché. E ancora, per rasserenare i più ansiosi: ci si può assicurare contro i rapimenti alieni? (la risposta è sì). Queste e tante altre risposte scientifiche curiose e divertenti sul nuovo numero di Focus D&R.

ABBONATI A 14,90€