Stefano Mancuso

neurobiologo vegetale dell'Università di Firenze

TUTTI GLI SPEAKER
TUTTI GLI SPEAKER

Stefano Mancuso

neurobiologo vegetale dell'Università di Firenze

E’ uno scienziato innovativo e rivoluzionario, Stefano Mancuso. Incluso dal New Yorker tra i “world changers”, tra coloro che sono destinati a cambiarci la vita, è professore di neurobiologia vegetale e tra le massime autorità mondiali impegnate a studiare e a divulgare le ricerche sulle straordinarie capacità delle piante, creature intelligenti e sensibili. Alle 12:00 sul palco del main stage di domenica con “Il Pianeta delle Piante” sorprenderà e incanterà il pubblico con le sue scoperte.

Nel 2013 pubblica il pluripremiato best-seller “Verde brillante”, tradotto in 19 lingue, per spiegare che le piante hanno una personalità, si scambiano informazioni, interagiscono con gli animali, per sopravvivere adottano strategie mirate, hanno una vita sociale e sfruttano al meglio le risorse energetiche.

Nel 2014 fonda PNAT, una start-up dell’università di Firenze per la creazione di tecnologia ispirata dalle piante. Con PNAT produce Jellyfish Barge, una serra galleggiante, autonoma e completamente ecosostenibile, presentata ad EXPO 2015, con la quale vince premi internazionali.

Ha scritto con Carlo Petrini “Biodiversi”, un confronto che esorta a ripensare la vita sul Pianeta e a sancire un nuovo patto tra uomo e Terra. Perché, è la sua tesi, noi umani abbiamo molto da imparare dalle piante e dalle loro capacità. Nel 2019 cura “La nazione delle Piante”, esposizione alla Triennale di Milano.